Written by Approfondimenti

#2domande a Patrizia Crescenzi

L'importanza di approfondire la conoscenza dei principali modelli di sviluppo macroeconomici

Patrizia Crescenzi, già dirigente all’Ufficio Studi della Direzione Generale del MEF, segue da sempre le tendenze macroeconomiche e svolge azioni di divulgazione su argomenti di interesse e attualità, comprese note economiche congiunturali e note dedicate alla finanza pubblica.

Per E-CO ha recentemente curato i contenuti di due nuovi corsi del catalogo IVASS/CONSOB.

Nel primo corso analizza i modelli di sviluppo macroeconomici, l’economia keynesiana e il neoliberismo economico. Nel secondo propone un approfondimento sui cosiddetti “saldi target”, importanti indicatori della direzione in cui il denaro si sposta nell’area euro.

Le abbiamo rivolto le nostre “#2domande”: scopriamo come ha risposto!

#1 – Perché per un consulente finanziario e assicurativo è importante approfondire la conoscenza dei principali modelli di sviluppo macroeconomici?

Un aspetto del mio approccio all’economia consiste nella necessità di valutare il presente in una prospettiva storica, nella personale consapevolezza che la storia economica e il contesto nel quale si è realizzata aiutano a comprendere il presente. In questa consapevolezza è per me fondamentale ricondurre il particolare all’universale e ricomporre il comportamento individuale nell’insieme dei comportamenti: dalla microeconomia alla macroeconomia.

Questa coscienza sistemica determina anche maggiore responsabilità rispetto al valore del proprio operato. Nell’800, quando la disciplina economica ha iniziato ad essere insegnata nelle università, veniva chiamata scienza etica: perché è proprio dalle scelte di politica economica che si disegna un modello di società. È necessario quindi riflettere sull’azione personale anche come scelta etica oltre che economica e comprenderne gli effetti sul sistema più ampio in cui questa scelta si colloca.

#2 – Cosa si “porta a casa” un consulente finanziario e assicurativo dopo aver seguito i suoi corsi? Come può utilizzare le conoscenze acquisite nello svolgimento del suo lavoro quotidiano?

Nel corso dal titolo  Modelli di sviluppo macroeconomici: economia keynesiana vs neoliberismo si delinea l’aspetto storico e la contrapposizione di due modelli economici, quello keynesiano e quello neoliberista o monetarista, descritti nei limiti storici ed economici e nella necessità di revisioni che si adattino alla complessità del momento e alle sensibilità di una società in forte movimento.

Nel corso I saldi target e la connessione con la bilancia dei pagamenti si affronta un argomento quale quello del Target2 e della sua collocazione nella bilancia dei pagamenti. L’argomento nella sua complessità può apparire estraneo al comportamento del singolo, mentre la somma di tutte le attività finanziarie che lasciano l’Italia per l’estero impatta in modo sostanziale sul sistema macro. Da qui la necessità di ricondurre il comportamento del singolo alla somma dei comportamenti.

Ho la presunzione di credere che l’approccio che ho proposto in entrambi i corsi possa contribuire ad arricchire il valore della consulenza. Acquisendo questo tipo di conoscenze le persone si portano a casa anche un concetto, l’idea di trovarsi in un punto di un sistema complesso, una sorta di GoogleMap macro-economica che dà responsabilità e consapevolezza all’operare del singolo quale quota parte della somma dei comportamenti.

Grazie Patrizia!

Consulta le schede dei corsi Modelli di sviluppo macroeconomici: economia keynesiana vs neoliberismo e I saldi target e la connessione con la bilancia dei pagamenti e richiedici una demo live per approfondirne i contenuti.

Richiedi una demo gratuita







    Close